Accertamento sintomatico dello stato di ebbrezza del conducente: è necessaria una congrua motivazione

immissione di un volume di aria insufficienteLa giurisprudenza ha ripetutamente affermato che, nel reato di guida in stato di ebbrezza, l’esame strumentale non costituisce una prova legale; e che l’accertamento della concentrazione alcolica può avvenire anche in base ad elementi sintomatici per tutte le ipotesi di reato previste dall’art. 186 cod. strada; e che in tal caso la decisione deve essere sorretta da congrua motivazione (Cass. Sez. 4, Sentenza n. 27940 del 07/06/2012, dep. 12/07/2012, Rv. 253598).
Con la sentenza n. 35303 del 21 agosto 2013 la Suprema Corte ha annullato senza rinvio la sentenza riguardante un automobilista che – dopo aver eseguito 2 prove all’etilometro con risultato “volume insufficiente” (immissione di un volume di aria insufficiente durante il test) – presentava comunque alitosi alcolica, eloquio impastato, instabilità e occhi lucidi.
Queste circostanze non sono comunque state ritenute sufficienti per la rilevanza penale della condotta, ma soltanto per la sanzione amministrativa.

..dai generici elementi sintomatici, riferiti dalla Corte di Appello, non emergono circostanze idonee a dimostrare che lo stato di ebbrezza, in cui pure versava N.M. al momento del controllo, sia tale da far rientrare la condotta di guida nell’ambito applicativo del reato di cui all’art. 186, comma 2, lett. c), cod. strada, oggetto di addebito; e neppure in altra ipotesi penalmente rilevante contenuta nella norma di cui all’art. 186, cod. strada, a seguito delle modifiche introdotte con Legge 29.07.2010 n. 120. Tanto si afferma, atteso che per effetto dalla novellazione del 2010, la rilevanza penale della condotta, in riferimento alla norma incriminatrice in esame, ricorre – unicamente – qualora risulti accertato un tasso alcolemico superiore a 0,8 grammi per litro, mentre qualora ricorra un valore superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro, la condotta risulta sanzionata solo in via amministrativa, ai sensi dell’art. 186, comma 2, lett. a), cod. strada.

Scarica QUI la  Sentenza CASSAZIONE n. 35303 del 21 agosto 2013 completa (PDF)

Lascia un commento
Accertamento sintomatico dello stato di ebbrezza del conducente: è necessaria una congrua motivazione
Voto al post?

Lascia un commento

o